Articoli

Riprendono anche nel 2017 gli incontri mensili a Padova.

TUI SHOU SENSIBILE presso la Palestra Giotto di via Sarpi 1 – conducono i Maestri Giuliana Desco e Loris Cappellari

Sabato 18/02

Sabato 25/03

Sabato 29/04

Sabato 27/05

Gli orari sono dalle 16.00 alle 19.00 

Mentre le domeniche successive si terrà il

CORSO ISTRUTTORI condotto dal Maestro Loris Cappellari presso la Palestra Zanella

Domenica 19/02

Domenica 26/03

Domenica 30/04

Domenica 28/05

Dalle ore 9.00 alle 12.00

Inviaci email

Per qualsiasi informazione contattateci ai seguenti numeri:

Giuliana Desco 3491532743
Loris Cappellari 3403653861

Marzia-Hua

I corsi riprenderanno il 4 ottobre 2016 dalle ore 19.30 alle ore 21:00 e proseguiranno fino alla fine di Maggio 2017.


Palestra delle Scuole Medie –  via Monchini – Porretta Terme ingresso dal vicolo dell’Asilo Nido comunale


Adulti – Principianti e Avanzati – Istruttore Marzia Meneganti


         Martedì e Giovedì dalla 19:30 alle 21:00


Lezioni di prova gratuita


Contatti

Su richiesta: Bambini Scuole Elementari e Ragazzi Scuole Medie – Istruttore Graziano Napoli

Contatti

Graziano Napoli : +393492970672 – e-mail : napoligraziano@yahoo.it

 

 

 

casalecchio di reno 2016

 

 

Praticare la mattina nella fresca brezza marina, all’interno della pineta, mi fornisce quel silenzio e quella concentrazione che cerco sempre e che tanto mi permette di ascoltare il mio corpo.
Stavolta però c’e’ qualcosa di diverso, di nuovo.. o forse no, ma dopo aver passato giorni col Maestro Hua, sento che qualcosa e’ cambiato, non sono in grado di esprimere a parole questa sensazione, ma so di sicuro che sono cambiata.
E’ come se percepissi ancora  il Maestro quando, durante le lezioni mi faceva sentire come funziona quel determinato movimento, o come si esprime l’intenzione, o ancora, come mi aggiusta e cosi , praticando quando arrivo a “quella ” posizione mi accorgo che il mio corpo cerca quel sapore, o quel dolorino associato a una nuova postura che non avevo mai percepito così.
E’ straordinario come la sensazione che provo sia  quella di ritrovare sempre qualcosa di nuovo e profondo anche in un movimento che credevo di conoscere ormai da anni… che credevo di conoscere…  ma che in realtà non conoscevo affatto ed e’ questa secondo me la vera conquista.
Il mio Taiji ora si esprime lentamente come a voler assaporare ogni singolo movimento, spostamento, e noto che ogni piccolo gesto o posizione sembrano nuovi.
Non voglio perdere questa sensazione, quindi mi ripeto: lavora, lavora, lavora e resta lì, cerca l’intenzione, quella profonda, quella che fa del nostro Taiji il Taiji che adoro e che sempre più capisco non possa essere per tutti.
Grazie Maestro, e so che solo grazie non sarà mai abbastanza.

casalecchio di reno 2016

Casalecchio di Reno Giugno 2016

I primi momenti sono quelli della “perfezione”, quelli dove ti senti bene, dove sei fortissimo della TUA forma e del TUO sentire. I primi giorni va sempre tutto benissimo e la voglia di dimostrare quanto si è bravi e quanto si è imparato è tale e quale quella di un bambino che mostra fiero i compiti al papà.

Poi papà sorride e vede con altri occhi…

Si inizia dopo il III giorno: pratica e grammatica, come gli adagi delle scuole dei nostri tempi… poi…

… cosa sta succedendo? cosa si sente? cosa è il Tai Chi che stiamo studiando? parlo per me, naturalmente. In tre giorni sento i piedi come non li ho sentiti prima…strana cosa. sembra di rifugiarsi in un’opera pirandelliana: non il naso…i piedi! perché poi i piedi? perché questi piedi arrivano col dan bien a collegarsi con la mano destra.. poi la sinistra per poi arrivare ad aprire le anche e a “rilassarsi”? cosa è “rilassarsi?” ancora non lo so, ci lavoro da anni, ma qualcosa si percepisce. Ancora sfuggente, ancora lì, eppure non ancora presente.

Lo stage è crescita “slow”. non tanto, né tante forme o tecniche. il sapore dell’acqua è lo stesso dal primo sorso…

Nell’’ultimo giorno di stage.

L’aria è più rilassata Per chi ha fatto tutto il percorso, oggi è una quasi festa. Quasi perché poi il Maestro se ne andrà. Da parte nostra cercheremo di fare tesoro delle sue lezioni, dei suoi movimenti e della intenzione che ci ha invitato a cercare e a fare uscire da dentro.

“TU FA” è uno dei tormentoni di questa scuola…e allora via, si continua, si FA. non serve tanto altro. poche cose, poco alla volta, magari in compagnia o in gruppo, ma TU FA.

 

mano 1.jpg

Si é appena conclusa l’esperienza estiva con il maestro Shi Rong Hua, e dopo una dozzina di anni in questa scuola posso dichiarare che in ogni stage le moltitudini di informazioni che mi giungono sono in esponenziale aumento, tanto da non sapere da che parte cominciare a scrivere.

Il Taiji che ci propone il maestro è un tessuto con una trama fine permeata di dettagli, che possono essere colti da occhio esperto solo dopo un percorso di studio lungo.

Vedo di abbandonare le metafore e utilizzare un linguaggio più oggettivo.

Ho iniziato il ritiro con un disturbo ad un anca che mi molestava da mesi e come per incanto nonostante io abbia lavorato intensamente su questa articolazione il “nodo” si è sciolto.

Come usa dire il maestro non facciamo Taiji per essere Draghi a 20 anni, quello lo decide la natura di ognuno, ma per ricercare una salute nel tempo.

Abbiamo sudato per giorni in queste palestre ad un fine, quello di perfezionare la struttura e per sviluppare un miglior rilassamento, l’esempio che ci faceva era quello di un edificio che esternamente può avere le fattezze ed essere adorno con i materiali che si vuole ma, le colonne e le travi devono essere definite stabili e ben allineate.

Si è premurato di evidenziare l’equivoco culturale che la parola RILASSATO causa. Nello studio del Taiji rilassato non significa abbandonare la struttura ma bensì il contrario, consolidarla ed espanderla liberando il corpo dalle tensioni muscolari.

Quando si è a contatto del maestro e lui da mostra del rilassamento si viene sbalzati lontano da lui. Una delle peculiarità del lavoro che ci invita a ricercare è “ non prevaricare e non ritirarsi”.

Io ho avuto più volte l’opportunità di sperimentare questa sensazione con lui, e posso dire che più energia (forza) metti e più ne vieni respinto.

La sensazione che posso riportare è quella di “perdere le radici”, ossia da una posizione stabile e ben strutturata assunta alla partenza, ritrovarmi ad essere sbilanciato dalla mia stessa pressione.

Per comunicare la sensazione di non mettere LI( forza muscolare) è solito permettere ad una terza persona di infrapporsi tra lui e l’allievo che verrà sbalzato, allo scopo di sentire l’assenza di pressione da parte sua.

Un altra “magia” del Taiji è l’INTENZIONE che attiva tutti i movimenti che seguono.

Come qualcuno ha detto il Taiji è pratico e pragmatico, ma senza “Yi” ( INTENZIONE) non è Taiji.

Mentre si fa Taiji il pensiero non può divagare ovunque perché ha un ruolo prioritario nell’attività motoria.

Il M.Hua non ha mancato di far riferimento ad un detto cinese che menziona il Pensiero come Re e ossa e muscoli come Ministri e Sudditi.

In realtà questo è il livello a cui ci invita di studiare perché anche se ci ha mostrato a volte cose più mirabolanti io non ho ancora le competenze tecniche per descriverle.

Ho trovato pertinente un paragone con l’università che ha fatto davanti al solito quesito: “ ma quanto ci vuole per ….”.

Ha detto non tutti gli studenti di medicina diventano dottori e se non ho capito male intendeva pure: ancora meno diventano Dottori.

Ma la cosa più entusiasmante che ho afferrato è che: “se sai dove sei hai già vinto”.

In ogni istante della forma è necessario avere la più completa coscienza di se stessi, questo è il segreto del miglioramento della salute.

Arte tai chi 2015

istruttori-tinti-negrelli

A Casalecchio di Reno il 21 Maggio 2016 si terrà un seminario di Studio tenuto dai Maestri Alberto Negrelli e Fabio Tinti.
“Prendere la Forza per cercare il Centro” , è questo uno dei principi cardine di questa potente e sensibile Arte Marziale Interna.
Dalle 15:00 alle 18:00 presso la Palestra Tovoli posta nel centro del Quartiere Meridiana in Via Aldo Moro 15.

Per facilitare le operazioni di segreteria e di organizzazione siete pregati di dare un segno di presenza contattando la Segreteria Regionale E.R
Mail : segreteriaer@artedeltaichi.com
Phone: +393333049016

Come raggiungerci:Palestra Tovoli Quartiere Meridiana

L’8 – 9 -10 luglio 2016  il m° Alberto Negrelli  condurrà un Campo residenziale di tai chi per adulti  presso la casa Scout di Cà di Pippo a Pianoro, via Monte delle Formiche 3. (http://www.associazioneamicicadipippo.it/dove-siamo/).

Sarà occasione per stare insieme per allenarsi e per divertirsi all’aperto.

Sarà possibile partecipare a singole giornate o a tutto il campo pernottando e mangiando nella casa. Saranno a disposizione  20 posti letto divisi in 4 camere e di una grande cucina professionale.

Il programma di Tai Chi prevede principalmente lo studio della forma pao chui di stile chen e il tui shou.

Siccome si studieranno poche cose ma in maniera approfondita, il campo sarà adatto sia a praticanti esperti sia ai principianti.

Per info: Alberto Negrelli 3400534524- alberto.negrelli70@gmail.com

ca di pippo

Sabato 23/04/16 dGiuliana Descoalle 16:00 alle 19:00 presso la palestra della Scuola Lovisato, via Svevo 15

“Taijiquan: Esercizi Fondamentali e Forma”

 

 

È gradito segno di partecipazione :

mail: descogiuliana@gmail.com  Phone:+393491532743

Dove dormire a prezzo modico: Affittacamere Silvia( tel 333 822 4569) – Trattoria da Gelmo, Strada di Fiume 412, ( tel 040 910749)

Da Gennaio riprendono le giornate di Studio guidate dal M° Alberto Negrelli.

Una Domenica al mese dedicate all’approfondimento dei principi marziali del Tai Chi Quan legati all’esperienza del rilassamento e dell’intenzione.

Presso il Palazzetto Cabral di Casalecchio di Reno – Saletta Tatami dalle ore 14:00 alle ore 17:00 nelle seguenti giornate:
24 gennaio 2016
21 febbraio 2016
20 marzo 2016
17 aprile 2016 
 

Il palazzetto Cabral é a Casalecchio di Reno in via S. Allende, 5

Per curare al meglio l’organizzazione e l’accoglienza è gradito un segno di presenza. marzia.meneganti@gmail.com – alberto.negrelli70@gmail.com

 

L'Arte del Tai Chi Reno

 


12339207_542915562524775_7270849130191674316_o 12357121_542915592524772_1424126298352512040_o 12362856_542915645858100_8839719839229722903_o

L'Arte del Tai Chi Reno

10 incontri in due anni per ottenere la qualifica di Istruttore che permetterà di aprire una sezione autonoma della Scuola ” L’Arte del Tai Chi Quan”.
Condotti dal Responsabile Tecnico Regionale M° Alberto Negrelli
Gli incontri si terranno al Palazzetto Cabral di Casalecchio di Reno – Saletta Tatami- in via Allende , 5 dalle ore 10:00 alle ore 13:00

 

 

Di seguito le date per l’anno 2015-2016
13 dicembre 2015
24 gennaio 2016
21 febbraio 2016
20 marzo 2016
17 aprile 2016

Il palazzetto Cabral e a Casalecchio di Reno in via S. Allende, 5

Per curare al meglio l’organizzazione e l’accoglienza è gradito un segno di presenza. marzia.meneganti@gmail.com – alberto.negrelli70@gmail.com